23 Settembre 2021 16:08

Single Blog Title

This is a single blog caption

CHRISTIAN MARIETTA, LA SARACINESCA ROSSOBLU

SONO CRESCIUTO MOLTO GRAZIE AL MISTER E ALLO STAFF

E’ sempre tra i pali a difendere la porta: Christian Marietta si racconta

Classe 2002, Christian Marietta ha trascorso la sua prima stagione con la maglia della Caronnese a capo della difesa. Nonostante la sua giovanissima età Christian è una saracinesca in porta, difficile superarlo.

Primo anno a Caronno Christian vero?

Assolutamente sì, questa è la mia prima stagione con la maglia rossoblù

Hai solo 18 anni (19 ad agosto, ndr), ma hai un curriculum di tutto rispetto. Racconta ai tifosi dove hai giocato?

Prima di arrivare al Comunale di Corso della Vittoria, ho giocato 2 anni nelle giovanili dell’Alessandria e prima ancora ho vestito per cinque anni la maglia della Pro Settimo Eureka

Cosa ti auguri per questo rush finale di partite?

Spero, come prima cosa, di riuscire a vincere più partite possibili e sicuramente farò di tutto per dare il mio contributo alla squadra.

Questa stagione, così come la passata, è stata sicuramente condizionata dal Covid. Quanto l’epidemia ha influito sull’annata?

Sicuramente il Covid ha reso la stagione più complicata del previsto, sia dentro che fuori dal campo. Questo ha influito anche sui risultati. Ma questo non può essere un alibi perché tutte le squadre, chi più e chi meno, sono state colpite dal Coronavirus.

Primo anno a Caronnese, come si sta?

Per fortuna mi sono trovato bene con il mister e in generale con tutto lo staff e questo ha facilitato il mio percorso di inserimento e di crescita.

Che obiettivo di squadra e personale ti sei dato?

Come squadra l’obiettivo che condividiamo tutti è quello di inizio stagione ovvero di raggiungere i play off. e personalmente quello di giocare più partite possibili per poter crescere e migliorare

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Come tutti i bambini che iniziano a giocare a calcio il mio sogno è quello di arrivare a giocare ai massimi livelli ed essendo tifoso del Torino, un giorno, indossare la maglia granata. Ma cercando di essere un po’ più realista sarei contento di riuscire a trasformare la mia passione nel mio lavoro.

Qual è il tuo mito calcistico?

Essendo un portiere un giocatore che mi piace molto è Manuel Neuer, sia per le sue parate ma anche e soprattutto per la sua personalità e la tranquillità con cui gestisce i momenti della partita.

Di chi vorresti essere compagno di squadra?

Un giocatore con cui mi piacerebbe condividere il campo è Kamil Glik perché è stato una bandiera del Torino e perché sono cresciuto guardando le sue partite: mi hanno sempre impressionato la sua preparazione, il suo approccio alla partita e il suo attaccamento alla maglia.

Silvia Galli

 

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.