IL MEDICO SOCIALE DELLA CARONNESE SOTTO I RIFLETTORI

Sotto i riflettori di Caronnese Calcio News il settore medico della nostra società

 

FAGETTI: “SQUADRA IN SALUTE, GRUPPO MOLTO UNITO”

Primo anno alla Caronnese, con importanti esperienze in questo ruolo nel suo passato. Alessandro Fagetti è da quest’anno il medico sociale della Caronnese, una società che secondo lui “è molto attenta ai bisogni dei ragazzi”. Per lui lo stato di salute del gruppo “è ottimo” e la squadra “molto unita, dove si respira un buon clima”. E tutto senza mai perdere di vista un punto centrale nella filosofia dei rossoblu: la crescita dei giovani.

Come si inserisce il tuo ruolo nell’attività quotidiana della squadra?

Sostanzialmente il medico sociale è a disposizione quando ci sono degli infortunati, ma supervisiona anche tutto il lavoro svolto durante la settimana. Oltre ad essere una figura sempre presente in panchina durante la partita. Diciamo che il medico sociale insieme allo staff di fisioterapisti ottimizza i tempi di rientro in campo e fa le diagnosi degli infortunati

 

Primo anno alla Caronnese. Quali sono le principali esperienze che ti hanno formato in questo ruolo?

Sicuramente quando sono stato medico del Varese e siamo arrivati ai play off della Serie A. Quelli sono stati gli anni più importanti per la mia crescita professionale.

 

Come è stato l’arrivo alla Caronnese?

Conoscevo già Ettore (Appella ndr) in passato, propietario di FIMED, la struttura a cui ci appoggiamo per i recuperi: abbiamo semplicemente replicato quello che facevano in passato in altre realtà. E penso che sia un modo di lavorare che funziona

 

Qual è lo stato di salute di questa squadra?

A parte un paio di acciaccati posso dire che lo stato di salute di questa squadra è ottimo.

 

Come vedi questo gruppo di ragazzi in generale?

La mia percezione è quella di un gruppo molto unito, questo anche grazie all’allenatore, a Mister Gatti e al suo staff, che cerca sempre di creare una buona amalgama nel gruppo. C’è un ottimo clima e questo è fondamentale per una squadra che vuole vincere

 

E a livello di Società?

Credo che la Caronnese sia una società molto attenta ai bisogni dei ragazzi, una realtà che sicuramente ha un’impronta di professionismo. Oltre a questo ha anche un bellissimo campo e degli spazi adeguati, elementi decisamente importanti se vuoi creare delle basi solide per costruire qualcosa di più importante

 

Nel Dna della Caronnese c’è da sempre la crescita dei giovani. E’ una filosofia in cui ti ritrovi?

Si, decisamente. Infatti per questo sono anche responsabile medico del settore giovanile, riteniamo che sia molto importante creare una rete di  interazione tra i giovani e la prima squadra. La crescita dei ragazzi è fondamentale, uno dei punti cardine di questa società è creare un percorso di crescita dei ragazzi interno alla società

Ilenia Moracci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *