INTERVISTA A GIUSEPPE CANNELLA

Riflettori puntati su Giuseppe Cannella con un’intervista esclusiva solo per Caronnese Calcio News

“QUESTA E’ UNA FAMIGLIA. E LE GRANDE VITTORIE SI FANNO CON IL GRUPPO”

 

Tre anni alla Caronnese, tante esperienze nel calcio e una grande dedizione per il suo lavoro. Giuseppe Cannella è il technical manager del settore prima squadra, che raggruppa la formazione di Mister Gatti che disputa la Serie D e anche la Juniores Nazionale guidata da Luisito Campisi: “Sono sempre a contatto con i ragazzi, sono pronto ad aiutarli in qualsiasi momento”. E parlando dei più giovani per lui “la più grande vittoria è portarli a giocare in Prima Squadra”. La Caronnese la definisce una società affiatata, competente e professionale. E se un ringraziamento va a tutte le persone pronte sempre a dare una mano, lui un ringraziamento speciale vuole farlo anche a sua moglie Ambra perché “mi sopporta e fa sacrifici per farmi seguire la mia passione”.  Perché alla fine la Caronnese “è una grande famiglia”.

 

Hai una lunga esperienza nel mondo del calcio….

Da Direttore Sportivo ho girato tante realtà in Italia ma anche all’estero, dove sono stato ad esempio a Malta. In Italia ho lavorato in diversi club come Nocerina, Scafatese, Battipagliese, Potenza, Picerno,  ma anche con il Verona, in serie B quando c’era mister Ventura (area scouting). Posso dire di aver visto tante società diverse in questo settore.

 

Collabori con il Direttore Sportivo per la gestione della rosa?

La compravendita e la gestione del parco giocatori spetta al Direttore sportivo Ferrara. Ovviamente ci interfacciamo sempre, c’è massima collaborazione ma anche rispetto totale dei ruoli, un elemento fondamentale sul lavoro e nella vita. C’è comunque moltissima sintonia e feeling, ci sentiamo in continuazione e ci confrontiamo.

 

Come sta andando la Prima Squadra? Come sta la rosa dei giocatori?

La squadra in questo momento sta dando il massimo, stiamo lottando per qualcosa di importante. Abbiamo una rosa competitiva in un campionato decisamente competitivo e stiamo dando delle aspettative ad una città importante come quella di Caronno Pertusella. Stiamo lottando con delle squadre forti, come la Lucchese e il Prato, che hanno fatto anche dei campionati di grande caratura. E la cosa bella ed importante è che noi ce la stiamo giocando. Sono tutti ragazzi molto giovani, ma anche molto educati e rispettosi. E’ un grande gruppo e io sono dell’idea che le vittorie importanti si fanno con il gruppo.

 

Cosa si intende con area organizzativa?

Una sorta di “manager” all’inglese. Seguo tutto ciò che riguarda l’organizzazione sportiva in generale, le partite, le trasferte, la situazione dei giocatori ecc. Sono sempre a contatto con i ragazzi, se ci sono delle problematiche sono pronto ad aiutarli in qualsiasi momento. Questo continuo contatto con i ragazzi mi piace molto. Sono una persona umile, pronta a risolvere i problemi, i ragazzi lo sanno e in qualsiasi momento mi chiamano.

 

Come vedi questi ragazzi? Sono motivati e uniti?

Assolutamente si! Si gioca, si scherza, anche nei tempi morti. Si cerca di stare sempre insieme. Questa è una famglia, mai come quest’anno abbiamo avuto un gruppo così valido e unito, a partire dal mister. Siamo tutti molto uniti.

 

E la Juniores?

La Juniores Nazionale è un tassello importante della Caronnese. Qui la la vittoria principale è portare i ragazzi a competere in prima squadra. Cosa che stiamo facendo e portando avanti, perché ci crediamo. Tantissimi ragazzi si allenano anche in settimana con la prima squadra. Non badiamo al risultato o alla classifica, per noi la cosa importante è la prospettiva dei nostri talenti, la maggior parte dei quali sono di proprietà della Caronnese Calcio e per questo la loro crescita ha ancora più un valore. La nostra vittoria è valorizzare questi ragazzi, prenderli e farli crescere fino alla Prima Squadra.

 

Cosa pensi del girone in cui è inserita la Caronnese? E’ un girone difficile?

Si, il girone è molto difficile, con squadre che sono attrezzate per fare il salto di categoria e altre che stanno lottando. Siamo tutte  lì nelle prime quattro-cinque. Stiamo cercando di fare bene.

 

Da un po’ di anni sei ormai alla Caronnese? Come vedi questa società?

E’ una grande società.  Dal Presidente a tutta la dirigenza, ci sono persone che non fanno  mancare nulla, le puoi chiamare quando hai bisogno e ci sono sempre. A livello organizzativo siamo al top. Tutti parlano bene di questa società, questo è bello e rende ancora più orgogliosi esserne parte.

 

Ilenia Moracci

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *