25 Novembre 2020 04:01

Single Blog Title

This is a single blog caption

SPECIALE FORMAZIONE SETTORE GIOVANILE

Speciale formazione: un incontro speciale con ospiti esterni per il settore giovanile di base

 

LA NEUROPSICOFONIA E L’ANSIA DA PRESTAZIONE

 

La Caronnese crede molto nella crescita formativa di tecnici, dirigenti ed atleti e durante questa stqgione ha sviluppato un percorso di formazione specifico del settore giovanile di base.

Martedì 10 dicembre, presso lo stadio di Caronno Pertusella, si è svolto un incontro formativo destinato a tutto il settore giovanile sul tema dell’aspetto psicologico nei giovani numeri uno e sulla neuropsicofonia, cioè l’influsso positivo che può avere la musica sulla prestazione sportiva.

L’ospite della serata è stato Adriano Formoso, psicoterapeuta e psicoanalista di gruppo già noto come consulente dell’attività di base con una notevole esperienza in ambito sportivo a livello professionistico sia in ambito calcistico sia nel mondo della pallavolo. L’incontro si è svolto in due parti: nella prima sezione il tavolo di lavoro ha coinvolto il nostro ospite con i giovani numero uno dell’attività di base (categorie dal 2007 al 2013) oltre al responsabile dell’attività di base Vincenzo Nicoletti ed al preparatore die portieri dell’attività di base Marco Bertossi. L’argomento focus del dibattito è stata l’ansia da prestazione analizzata nei differenti momenti del pre-gara, durante la gara e del post-gara. Il tema è stato trattato in modo ampio ed ha dato la possibilità ai ragazzi di chiarire moltissimi dubbi e dare spunti ai compagni. Con un linguaggio semplice e comprensibile ai bambini, Adriano Formoso è riuscito a spiegare come avvengono i processi psicologici inerenti alla prestazione. L’alternanza tra spiegazioni, domande e risposte con i giovani atleti hanno consentito allo specialista di rassicurarli nei momenti in cui si trovassero in preda all’ansia indicando loro delle interessanti soluzioni facendo riferimento anche ad altri contesti come la performance scolastica e la relazione tra i compagni. L’intelligenza spontanea degli stessi bimbi ha introdotto persino il tema del bullismo tra pari e gli atteggiamenti inappropriati di alcuni adulti, tra cui alcuni mister, dirigenti e genitori, durante le fasi della loro esperienza agonistica.

La sintesi finale del dottor Formoso ha permesso ai ragazzi e agli adulti presenti, tra cui anche nostri tecnici che da sempre guardano con interesse alla qualità della loro formazione, di comprendere che l’ansia nel calcio e nello sport in generale non è qualcosa da demonizzare, spiegando quanto possa essere una risorsa importante se vissuta e gestita in modo utile attraverso l’ausilio della neuropsicofonia, una disciplina fondata dal dottor Formoso dopo dieci anni di ricerca in un ospedale milanese insieme ai suoi collaboratori. La Neuropsicofonia è una disciplina che integra le conoscenze di neurologia e psicologia con lo studio dei suoni e della musica in cui l’ascolto di determinate sonorità, frequenze acustiche e toni binaurali, genera effetti a livello neuropsicofisiologico.

Chi volesse approfondire la conoscenza di questa innovativa musicoterapia recettiva potrà farlo leggendo il libro e ascoltando il cd contenuto premiato al Salone Internazionale del Libro di Torino dal titolo “Nascere a tempo di rock” scritto da Adriano Formoso e contenente le testimonianze da parte dei suoi collaboratori.

Fabrizio Volontè

Leave a Reply