MAURIZIO COSENTINO AI NOSTRI MICROFONI

Classe 1999, ruolo centrocampista, provenienza Ascoli: a voi Maurizio Cosentino
“PRIMA DI GIOCARE PENSO AI SACRIFICI FATTI DALLA MIA FAMIGLIA”
È un giovane molto promettente che sta facendo bene nella Prima Squadra della Caronnese: stiamo parlando di Maurizio Cosentino, arrivato nella grande famiglia rossoblù a giugno, dopo aver rescisso il contratto con l’Ascoli.
Sei veramente giovanissimo, hai compiuto 20 anni ad agosto, ma hai già un curriculum di tutto rispetto: raccontaci le tue esperienze calcistiche
Quando avevo 18 anni giocavo nel Lauria, una squadra di Seconda Categoria Lucana. Dopo aver vinto il campionato, il Picerno, squadra che all’epoca militava nel girone H della serie D, mi diede l’opportunità di mettermi in mostra l’anno successivo, prendendomi come Under per la Prima Squadra. A fine stagione, l’Ascoli Calcio mi ha acquistato e giovanissimo ho firmato il mio primo contratto da professionista. Ma le cose non sono andate nel migliore dei modi perché, dopo pochi allenamenti, il mio ginocchio ha subito la rottura del crociato. Sono stato fermo per un anno intero e a luglio della scorsa estate ho rescisso il contratto che mi legava all’Ascoli. Conoscevo il direttore Ferrara ed è grazie a lui che sono qui a Caronno, crede molto in me.
Questo è, quindi, l’anno del riscatto. Che obiettivi hai?
Sicuramente il mio obiettivo è quello di rimettermi in gioco: la Caronnese mi ha dato l’opportunità di tornare a giocare e questo mi spinge a fare ancora di più. L’obiettivo principale è quello di fare bene quest’anno perché abbiamo tutte le capacità per farlo.
Che consigli dai ai tuoi compagni?
Credo che i giovani siano l’essenza di ogni squadra di serie D. A loro dico sempre di ascoltare i consigli che i grandi e gli allenatori danno ogni giorno, ma allo stesso tempo, dico loro di esprimere la propria personalità, perché è quello che fa la differenza.
Hai parlato di allenatori, mi dici che rapporto hai con mister Gatti?
Con lui ho un buon rapporto, si vede dai suoi modi di fare che ha grandi conoscenze e capacità. Apprezzo molto la sua ironia anche nei momenti difficili, e questa cosa ci trasmette molta tranquillità.
Secondo te, quest’anno la Caronnese potrà ambire a raggiungere importanti risultati?
È presto per dire se è o meno l’anno giusto. Tutti vogliono vincere, noi stiamo dimostrando che ci siamo e magari chissà. Sicuramente noi ce la metteremo tutta.
Cosa vuole fare Maurizio da grande?
Frequento la facoltà di Scienze Motorie, un giorno mi piacerebbe insegnare Educazione Fisica nelle scuole.
Se non fossi calciatore…
…. avrei continuato gli studi sempre nell’ambito sportivo.
Un tuo pregio e un tuo difetto.
Un mio pregio è la bontà, il mio difetto più grande è quello di essere pessimista.
 
Come ti definiresti?
Per la mia età, mi definisco un ragazzo maturo, umile ma molto testardo.
Che squadra tifi?
Non ho una squadra del cuore, ma ho una simpatia per la Juventus.
Come ti carichi prima di ogni partita?
Di solito ascolto la musica, ma più di tutto penso alla mia famiglia: devo tutto a loro, per me hanno fatto sacrifici davvero importanti.
Sei single o fidanzato?
Single.
Silvia Galli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *