ANDREI TANASA AI NOSTRI MICROFONI

Classe 1990, un curriculum ricchissimo, fresco di matrimonio: Andrei Tanasa ai nostri microfoni
“LA CARONNESE DEVE PUNTARE IN ALTO, SE LO MERITA”
Andrei si racconta a 360 gradi solo per Caronnese Calcio News
Il nostro viaggio di conoscenza della rosa della Prima Squadra continua con uno dei top acquisti della stagione: ecco a voi Andrei Tanasa, che ai nostri microfoni si concede in un’intervista esclusiva.
Andrei, hai 29 anni, ma nel tuo curriculum ci sono tantissime squadre. Raccontaci un po’ della tua carriera calcistica.
Sono arrivato in Italia 10 anni fa, sono originario di Iasi, in Romania. Appena atterrato in Italia sono andato a Rovigo, in serie C, ma non mi potevano tesserare essendo extracomunitario. Stesso copione al Chievo Verona. Da lì sono stato due anni in Eccellenza al Cerea, poi Virtus Vecomp, Thermal Abano, Ambrosiana e Campodarsego dove ho vinto i play off e ancora Union Feltre, Este e Tamai.
Qual è il tuo obiettivo personale che vuoi raggiungere con la maglia della Caronnese?
Sono al primo anno qui a a Caronno Pertusella: il mio obiettivo è quello di aiutare la squadra ad arrivare in alto il più possibile raggiungendo ciò che si è posta, e poi di migliorarmi ulteriormente.
Sei un “fuori quota”, cosa consigli ai più giovani?
Un consiglio che voglio dare a loro è quello di dare sempre il massimo e di crederci sempre, ponendosi degli obiettivi chiari
Che rapporto hai con il mister Roberto Gatti?
Con l’allenatore ho un bellissimo rapporto. Ha delle idee di calcio fantastiche e spero, anzi sono sicuro, che ci farà fare il salto di qualità.
 
Domanda scomoda, lo so. Secondo te, è l’anno giusto per salire nella tanto sognata serie C?
L’anno giusto dobbiamo crearcelo noi, dobbiamo prendere e giocare ogni partita con il massimo impegno dando il 1000% di noi stessi. Poi facciamo i conti a fine anno.
Chiudi gli occhi, fra 10 anni come ti vedi?
Fra dieci anni spero di essere nel mondo del calcio, non so in che ruolo, non ci voglio nemmeno pensare più di tanto perché voglio godermi il momento attuale.
Se non fossi stato calciatore, cosa ti sarebbe piaciuto fare?
Se non giocassi a calcio penso che mi piacerebbe giocare nel settore del network marketing.
Che squadra tifi?
Sinceramente non ho una squadra del cuore per cui tifare, sono un grande appassionato di calcio e mi piace guardare tantissime partite.
Un tuo pregio e un tuo difetto.
Il mio pregio è quello di avere voglia di migliorarmi sempre. Un mio difetto è che sono troppo puntiglioso e non sono mai soddisfatto soprattutto di me stesso.
 
Cosa auguri alla Caronnese?
Alla Caronnese auguro di poter raggiungere il massimo risultato perché è una società organizzata e se lo merita.
Sei single o fidanzato?
Sono fresco di matrimonio: mi sono sposato il 24 agosto e per questo non c’ero durante la partita di Coppa Italia contro il Seregno!
 
Silvia Galli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *