SPECIALE PRIMI CALCI 2011

Una nuova squadra rossoblù sotto i riflettori di Caronnese Calcio News

E’ IL MOMENTO DEI PRIMI CALCI 2011

Andrea Giudici e Roberto Roveda alla guida dei prossimi campioni rossoblù

Con questo nuovo appuntamento andiamo a conoscere un’altra interessante compagine del settore giovanile rossoblu. Sotto i riflettori i Primi Calci 2011 allenati Da Andrea Giudici e Roberto Roveda, che oltre a seguire come allenatori questi piccoli campioni sono anche giocatori della nostra Prima Squadra.

E’ Andrea Giudici a spiegare questa coppia al timone dei 2011: “Inizialmente avrei dovuto allenare i bambini da solo. In seguito però c’è stata l’opportunità di coinvolgere anche Roveda, con il quale ho un rapporto di amicizia da un paio d’anni grazie all’esperienza comune in prima squadra”. Andrea e Roberto ci descrivono la loro grande passione per questi piccoli rossoblù: “Considerando l’età della squadra, l’obiettivo primario ovviamente è quello di divertirsi. I bambini si allenano per un’ora due volte alla settimana e giocano la partita il sabato pomeriggio. Nella prima parte del lavoro settimanale lasciamo che i piccoli vadano in campo in libertà; a seguire insegniamo loro i fondamentali del calcio, per poi solitamente concludere la sessione con una partitella. Il nostro compito è anche quello di migliorare i piccoli calciatori nelle abilità di base, come ad esempio i passaggi, gli stop e i tiri in porta, tenendo in debita considerazione i movimenti e gli schemi motori”. Riguardo invece al doppio ruolo di giocatori e allenatori, questo inedito dinamico duo in rossoblù aggiunge: “Fare entrambe le cose non è molto impegnativo, si riesce a conciliare bene l’attività di calciatori con quella di mister, data la tenera età dei bambini. In questo caso il vantaggio è quello di poter mettere in pratica gli insegnamenti e i metodi di lavoro appresi sul campo dagli allenatori con cui abbiamo avuto il piacere di collaborare sino ad oggi”. Il futuro dei due allenatori sembra ormai spianato. Andrea e Roberto in merito ai loro piani futuri sono sicuri e ci rivelano: “Ci piacerebbe continuare a fare gli allenatori magari guidando squadre di categorie superiori, per poter ambire ad obiettivi più importanti in un contesto maggiormente competitivo ma iniziare dal basso e avere a che fare con i bimbi è determinante per il futuro”. Alla luce di tali propositi, auguriamo ad Andrea Giudici e Roberto Roveda una stagione professionalmente e umanamente gratificante e le migliori fortune per delle carriere ricche di soddisfazioni sia in veste di giocatori che nel ruolo di guide tecniche.

 

Michelangelo Borghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *