ECCO A VOI IL NOSTRO SEGRETARIO

Ecco a voi il nostro Segretario generale

MI GUIDA LA PASSIONE. QUI SERIETÀ E ORGANIZZAZIONE
Saverio Granato ai microfoni di Caronnese Calcio News

 

La passione per quello che fa traspare in ogni sua parola. E’ cosi Saverio Granato, entusiasta e diretto. Da tre anni Segretario Generale della Caronnese, Saverio è l’uomo che c’è sempre, che vede e controlla tutto. Con attenzione e precisione, grazie anche ad una lunghissima esperienza nel mondo del calcio e in questo ruolo. Alla Caronnese ha trovato “serietà e organizzazione”, una società dove, parole sue, “non manca nulla”.

Segretario generale: qual è quindi il ruolo nella Caronnese? 

Un ruolo che richiede attenzione e precisione. Bisogna avere un occhio su tutto, star dietro alla società nei minimi dettagli, controllare ogni cosa, trovarti sempre pronto e non farti scappare nulla.

Un lavoro svolto anche in passato? 

Si certo. Questo è il terzo anno nella Caronnese, ma prima sono stato vent’anni nella Pro Patria sempre con il ruolo di segretario. Ho tantissima esperienza nel settore, ma oggi ci tengo a dire che quello che faccio rappresenta per me anche e soprattutto un divertimento. Mi guida la passione per il calcio.

Quali squadre ha visto più da vicino? 

Prima di tutto sono stato alla Gallaratese. Poi sono andato a Solbiate, negli anni d’oro della Solbiatese in Serie C. Sono successivamente tornato alla Gallaratese, dove in seguito c’è stata la fusione con la Pro Patria. Dal 1995 sono rimasto lì per tanti anni. Poi, l’avventura alla Caronnese.

Come è arrivata la Caronnese?

In Pro Patria avevo raccolto una lunga esperienza ormai, era tempo di cambiare. Mi ha chiamato Luca Vannini, mi ha proposto la Caronnese e sono arrivato.

Cosa ha trovato alla Caronnese?
E’ una società molto seria, puntuale su tutto, attenta e ben organizzata. Ho trovato una bella realtà, unita. La Caronnese è una società con potenzialità enormi, dove ci sono uomini eccezionali. A questa realtà non manca nulla per puntare al professionismo.

Come sta andando la prima squadra? 

Intanto ci tengo a dire che è una bella squadra, dove esiste una grande armonia di base. Poi il campionato è difficile. Quest’anno abbiamo trovato un girone di ferro, con società che non hanno badato a spese (Mantova, Como, Rezzato e anche la Pro Sesto). Nonostante questo noi ci stiamo comportando bene, ce la giochiamo sempre con chiunque.

Il settore giovanile? 

Resta un pilastro della nostra società, ci crediamo molto. Abbiamo, ad esempio, un’ottima squadra juniores. Ci sono giocatori validi che crescono bene e vogliamo continuare a farli migliorare e puntare sul loro futuro.

Ilenia Moracci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *