CREDIAMO NELLA FORMAZIONE. I  GIOVANI SONO I TALENTI DI DOMANI

INTERVISTA IN DOPPIOPETTO

Ai nostri microfoni Luca Vannini, Direttore Generale e Responsabile del Settore Giovanile

 

Credere nei giovani, investire nella formazione e continuare un percorso di crescita, passo dopo passo. Sono i punti fermi di Luca Vannini che, nella Caronnese da tanti anni, ha il ruolo di Direttore Generale e Responsabile del Settore Giovanile. In questa intervista ci racconta il momento attuale dei colori rossoblu con un occhio attento e focalizzato al futuro, tra strutture e sviluppo formativo.

 

Un punto della situazione sulla stagione?

Parto dai giovani, che seguo molto da vicino. Nel complesso, per quanto riguarda il settore giovanile siamo soddisfatti di come stiamo procedendo, abbiamo tantissimi ragazzi nelle categorie dei più piccoli e ci consideriamo una società di assoluto livello da questo punto di vista. Abbiamo raggiunto, fino a questo momento, qualche risultato in meno dello scorso anno, ma c’è anche da dire che nelle stagioni passate avevamo toccato livelli eccellenti, se non straordinari. Oggi siamo comunque ad un livello di tutto rispetto, anche considerata la concorrenza. Sappiamo pure che, spesso, le strutture a disposizione non ci aiutano. Per quanto riguarda la prima squadra la situazione è un po’ in salita. Sappiamo che è difficile e sicuramente la radiografia attuale non è in linea con le previsioni. Purtroppo il problema principale è stato perdere punti con le squadre al di sotto delle nostre possibilità, non tanto negli scontri diretti. Facciamo un esame di coscienza tutti insieme per intervenire e migliorare. Il campionato è ancora lungo.

 

Quindi, parlando di strutture, qual è oggi la situazione?

Abbiamo sviluppato un progetto importante con la dirigenza per effettuare nella Caronnese una svolta epocale a livello strutturale. Siamo oggi alla Fase 1 con la realizzazione del nuovo campo che stiamo già utilizzando, ma è molto importante portare avanti anche le Fasi 2 e 3 che riguardano il raddoppio dello spogliatoio e lo sviluppo del Centro Sportivo dietro lo stadio con dei campi sintetici. Ovviamente il dispendio di risorse finanziare per queste attività non è indifferente, sappiamo che sono dei progetti ambiziosi e stiamo facendo il possibile per riuscire a realizzarli. Per quanto riguarda gli spogliatoi speriamo di riuscire ad avere tutto pronto per l’inizio della stagione 2019-2020, mentre per la ristrutturazione del Centro Sportivo i tempi sono ovviamente più lunghi.

 

Uno staff nuovo sotto molti punti di vista. Con che stimoli avete affrontato questa stagione?

La nostra volontà è quella di crescere a livello sportivo e, per questo motivo, dobbiamo concentrarci su un percorso di crescita che va fatto passo dopo passo. Oggi siamo ancora tra i dilettanti, probabilmente ogni tanto usciamo da questa realtà e ci proiettiamo in qualcosa che ancora non conosciamo. Dobbiamo vivere giorno dopo giorno la nostra crescita. Siamo una società che investe, che è sempre molto presente e dedica molto tempo a questi colori. Credo che sia importante continuare a contare sulla passione, la voglia di divertimento e l’entusiasmo di tutte quelle persone che hanno alimentato la Caronnese fino ad oggi. Dall’altro lato, penso che sia anche utile un ricambio generazionale, perché è sempre positivo avere energie nuove e persone più giovani che possano portare idee innovative.

 

Parlando di giovani, la Caronnese ci punta da sempre in campo….

Si, è vero. I giovani sono un elemento fondamentale per la Caronnese e abbiamo sempre lavorato per la crescita dei ragazzi. Abbiamo dei giocatori della prima squadra che provengono dal settore giovanile, come abbiamo dei giovani che sono andati a fare esperienze in categorie professionistiche. Mi piace inoltre sottolineare che alcuni ragazzi della Juniores hanno iniziato un’attività di formazione con la prima squadra. Fanno un percorso di crescita, anche se non giocano, per essere pronti in futuro. Per questi ragazzi il loro obiettivo è sempre la prima squadra e noi facciamo di tutto per aiutarli a realizzare i loro sogni. Ci piace pensare di investire sul talento del domani.

 

Quindi la parola chiave con i giovani è “formazione”?

Si, ovviamente la formazione è fondamentale e cerchiamo di portarla avanti con personale qualificato e competente, grazie anche a investimenti importanti. L’istruzione si fa sul campo. La crescita e la formazione dei ragazzi è essenziale per noi, siamo una società che fa calcio e punta allo sviluppo. E questo ci interessa per tutte le categorie.

 

Ilenia Moracci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *