ARRIVEREMO IL PIU’ IN ALTO POSSIBILE, LO PROMETTO

Secondo anno alla Caronnese: ai nostri microfoni Marco Costa

Il Vice capitano rossoblù in esclusiva per Caronnese Calcio News

 

E’ la seconda stagione che Marco Costa veste la maglia rossoblù della Caronnese: un ragazzo con i piedi ben piantati per terra con chiari obiettivi da raggiungere. Conosciamolo meglio.

 

Sei giovanissimo, ma hai un curriculum di tutto rispetto. Ci racconti un po’ dove hai giocato?

Prima di arrivare qui a Caronno, ho fatto il Settore Giovanile tra Tritium, Atalanta e Monza. Poi è arrivata la Giana Erminio, ancora il Monza e nella stagione 2017-2018 la Caronnese.

 

Ormai i tifosi della Caronnese ti conoscono bene, ma quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione?

A livello personale, sicuramente il mio obiettivo è quello di migliorarmi sempre di più. Per quanto riguarda gli obiettivi della squadra spero di arrivare il più in alto possibile: la Caronnese se lo merita.

 

Cosa consigli ai giovani, nonostante tu sia uno di quelli, che come te vestono la maglia rossoblù?

Non è che io sia un esperto, però posso dire ai giovani di dare sempre il loro massimo, di non arrendersi mai e di sfruttare al meglio tutte le occasioni che possono capitare.

 

Che rapporto hai con il mister, Achille Mazzoleni?

Con l’allenatore Mazzoleni c’è un ottimo rapporto di stima e di fiducia e penso che questo deve esserci alla base di qualsiasi rapporto.

 

La domanda che tutti temono: la Caronnese riuscirà quest’anno a raggiungere la serie C? Anche perché i tifosi sono molti anni che lo aspettano.

Non so se sia l’anno giusto o meno per il salto ma, posso dire, che se da qui alla fine della stagione daremo il massimo alla fine del campionato potremo dire la nostra, soprattutto fino a che la matematica non ci condanna (ndr e ricordiamoci che ci sono anche i playoff).

 

Chiudi gli occhi, immaginati fra 10 anni… come ti vedi?

Non sono uno che pensa troppo al futuro però sarebbe bellissimo essere ancora nel mondo del calcio anche se so che sarà difficile. Mi piacerebbe ovviamente avere un lavoro e una famiglia.

 

Se non fossi calciatore, saresti…?

Sarei un ingegnere.

 

Che squadra tifi?

Atalanta!

 

Un tuo pregio e un tuo difetto…

Un mio pregio è la capacità di legare con tutti, un mio difetto è che, alcune volte, dovrei imparare a dire di no.

 

Un aggettivo per descriverti….

Caparbio.

 

Cosa auguri alla Caronnese?

Alla Caronnese auguro il meglio perché è difficile trovare una società che ha un’organizzazione simile a quella di cui faccio parte.

 

Single, fidanzato o sposato?

Single.

 

Silvia Galli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *