TOMMASO GATTONI AI NOSTRI MICROFONI

Venticinque anni e un curriculum di tutto rispetto: ecco a voi Tommaso Gattoni

“L’OBIETTIVO CORALE E’ QUELLO DI VINCERE IL PIU’ POSSIBILE”

E’ giovanissimo Tommaso Gattoni, classe 1993, ma se leggiamo il suo trascorso calcistico ci rendiamo subito conto di essere di fronte a un vero professionista. Ecco cosa ci ha rivelato.

Hai iniziato al Pro Piacenza la preparazione a giugno, ma a settembre hai subito indossato la maglia rossoblù. Sappiamo però, che hai un curriculum di tutto rispetto, ci racconti?

Dal 2010 e per tre stagioni sono stato in serie D con il Sandonajesolo, e subito dopo sono passato al Marano Vicentino. La stagione 2014/2015 è stata un po’ brutta, anche se partita nel migliore dei modi: per metà stagione ho giocato in serie C ad Aversa Normanna, l’altra metà invece sono stato fermo per infortunio. Sono poi seguite tre stagioni al Delta Rovigo in serie D. Quest’anno come detto ho iniziato col Pro Piacenza, e poi sono arrivato qui.

Primo anno qui a Caronno Pertusella, quali sono i tuoi obiettivi?

L’obiettivo è sicuramente corale ed è quello di vincere il più possibile anche se siamo in un girone di ferro con Mantova e Como, che, lì davanti fanno pochissimi passi falsi. Però noi abbiamo dimostrato che possiamo stare lì e ce la metteremo davvero tutta in questo girone di ritorno.

Cosa consigli ai giovani che come te vestono la maglia rossoblù?

Ai più giovani consiglio di dare sempre il massimo e di lavorare sodo con tanta umiltà e voglia di imparare. Devono credere in ciò che fanno e di non arrendersi mai perché il mondo del calcio è un mondo pieno di ostacoli.

Che rapporto hai con il mister, Achille Mazzoleni?

Con mister Mazzoleni c’è un buonissimo rapporto. Quando sono arrivato mi ha fatto subito sentire importante e mi ha aiutato a integrarmi al meglio. Mi sta dando molta fiducia e spero di ripagarlo ancora da qui fino alla fine.

La domanda che tutti temono: la Caronnese riuscirà quest’anno a raggiungere la serie C? Anche perché i tifosi sono molti anni che lo aspettano.

Lo spero vivamente, questo traguardo rappresenta una delle cose più belle per noi calciatori. Farlo qui a Caronno dove è da anni che si cerca di raggiungere questo obiettivo, sarebbe quindi molto entusiasmante. Sappiamo anche, come ho detto prima, che è uno dei gironi più difficili della serie D e c’è molta competizione. La differenza la faranno i dettagli, spero saremo noi quelli che riusciranno a farlo meglio, e a festeggiare il 5 maggio.

Chiudi gli occhi, immaginati fra 10 anni… come ti vedi?

Tra 10 anni avrò 35 anni… con la voglia e la passione che ho per il calcio mi vedo ancora in mezzo a quel rettangolo verde. Sarò un po’ vecchietto quello sì, ma spero di poter trasmettere la mia esperienza e il mio amore per questo sport ai più giovani.

Se non fossi calciatore, saresti…?

Se non fossi un calciatore…. è una domanda molto difficile per me questa. Però sempre mi piacerebbe aprire una mia attività magari in società con un amico: un bar o un ristorante.

Che squadra tifi?

Milan alla follia.

Un tuo pregio e un tuo difetto…

Un mio pregio? sono molto generoso. Un mio difetto? E’ che tante volte mi lascio andar bene tutto e magari qualcuno se ne può approfittare.

Un aggettivo per descriverti….

Genuino.

Cosa auguri alla Caronnese?

Alla Caronnese auguro il meglio. So che è una società che lavora molto bene con il settore giovanile e quelle sono le basi per un roseo futuro. Per quanto riguarda il presente e noi in particolare, speriamo di regalare a chi investe e a chi lavora per questi colori ciò che ci siamo prefissati a inizio stagione.

Single, fidanzato o sposato?

Single.

Silvia Galli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *