EUROVETRO E IL CIRCOLO VIRTUOSO DEL VETRO

Una bottiglia di vino, il contenitore in vetro, una finestra e perfino il parabrezza dell’auto, quando diventano un rifiuto, poiché hanno esaurito il ciclo di vita per il quale erano stati prodotti, possono prendere due strade: finire in discarica e, quindi, rappresentare uno spreco ed un danno per l’Ambiente oppure essere raccolti separatamente ed entrare nel sistema di recupero e riciclo al termine del quale possono riprendere vita, diventando un nuovo prodotto in vetro. Eurovetro (da decenni top sponsor della Caronnese) svolge proprio il compito di trasformare un rifiuto in una materia prima che l’industria vetraria può utilizzare per produrre nuovi manufatti.

Il rottame di vetro che proviene dalle attività di recupero svolta da Eurovetro viene utilizzato dalle industrie vetrarie in una percentuale che va dal 10% fino alla totale sostituzione delle altre materie prime (silice, ovvero sabbia di cava, carbonato di sodio e carbonato di calcio). I vantaggi di tale utilizzo sono molteplici: ricordiamoci che ogni kg di vetro recuperato utilizzato nei forni delle vetrerie sostituisce 1,2 kg di materia prima corrispondente; inoltre per fondere il vetro riciclato il consumo di energia è inferiore di circa il 30% rispetto a quanto sarebbe necessario per fondere le materie prime vergini corrispondenti e trasformarle in vetro. Infine la FEVE (The European Container Glass Federation) ha calcolato che per ogni kg di rottame di vetro recuperato si ottiene un risparmio di 0,67 kg di CO2. Per capire l’importanza di questa risorsa basti pensare che la raccolta di imballaggi in vetro in Europa è pari a circa 12 milioni di tonnellate all’anno.

Eurovetro ha attivato un Sistema di Gestione Integrato che la pone quale interlocutrice ideale per Enti pubblici e Imprese private che pongono i temi di Qualità ed Ambiente quali elementi primari al vertice della propria scala di valori basata su un modello di organizzazione e un proprio specifico codice etico. Eurovetro si pone quindi come loro partner privilegiato nel settore del riciclaggio del rifiuto in vetro, sia per gli enti pubblici che effettuano la raccolta differenziata, sia per le aziende che producono scarti e rifiuti in vetro.

Eurovetro organizza specifici programmi di ritiro, logisticamente studiati per le diverse tipologie di attività: dalla Raccolta Differenziata Urbana e gestione dei Centri di Raccolta, fino alle Attività Industriali, Artigianali e Commerciali che producono scarti vetrosi (Vetrai e industrie del vetro, Demolizioni civili e industriali, Centri sostituzione parabrezza, Demolitori Auto, Produzione e Distribuzione bevande e alcolici, Imbottigliatori, Produttori di imballaggi, flaconi e fiale). Eurovetro dispone di Automezzi appositamente attrezzati (motrici con rimorchio e gru; autotreni, semirimorchi ribaltabili, furgoni) e appositi contenitori di diverse dimensioni e tipologie (cassoni scarrabili, vasche fisse, ceste metalliche, campane stradali, cassonetti da 120/240 litri) che possono essere personalizzati in funzione di specifiche esigenze logistiche.

Eurovetro dispone di due stabilimenti produttivi siti nel comune di Origgio (Varese), ognuno dei quali è specializzato nell’attività di Recupero di particolari tipologie di Vetro: il primo in Via Primo Maggio, 12 è un impianto autorizzato al recupero annuo di 220.000 tonnellate di vetro , specializzato nella lavorazione del vetro Piano pre-consumo e post-consumo, il secondo impianto in Via Primo Maggio, 45 è un impianto autorizzato al recupero annuo di 300.000 tonnellate di vetro, specializzato nella lavorazione del vetro di Imballaggio.

Eurovetro sarà tra i protagonisti di ECOMONDO, The Green Technologies Expo alla Fiera di Rimini dal 6 al 9 Novembre. Eurovetro – tel. 02 96731512 – email: commerciale@eurovetro.com – web: eurovetro.com

Fabrizio Volontè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *